Benvenuti Sotto il manto di Maria

Le iscrizioni al sito sono momentaneamente chiusi.

Inserito da  Sabato, 31 Maggio 2014 Letto 61435 volte Ultima modifica il Sabato, 02 Agosto 2014

660 pensieri

  • Link al commento Adriana Venerdì, 04 Marzo 2016 inviato da Adriana

    “Il limite tra il prima di Cristo e il dopo Cristo non è un confine tracciato dalla storia o sulla carta geografica, ma è un segno interiore che attraversa il nostro cuore. Finché viviamo nell’ egoismo, siamo ancora oggi coloro che vivono prima di Cristo”.

    – Benedetto XVI, Papa emerito (*1927)

  • Link al commento Giancarlo Giovedì, 03 Marzo 2016 inviato da Giancarlo

    " La donna è chiamata naturalmente alla missione di sposa e di madre: essere sposa significa essere la compagna che presta sostegno all'uomo, alla famiglia, alla comunità. Essere madre ha questo senso: custodire la vera umanità, difenderla e portarla al suo pieno sviluppo. La duplice funzione di compagna delle anime e di madre delle anime non è limitata agli stretti confini dei rapporti matrimoniali e materni, ma si estende a tutti gli esseri umani che entrano nel suo orizzonte ". Edith Stein .

  • Link al commento Rosa Martedì, 01 Marzo 2016 inviato da Rosa

    Io credo nel cristianesimo come credo che il sole è sorto. Non solo perché lo vedo, ma perché da esso vedo tutto il resto.

    – Clive Staples Lewis

  • Link al commento Giancarlo Domenica, 28 Febbraio 2016 inviato da Giancarlo

    L’abbandono in cui Dio ci lascia è il suo modo di accarezzarci. Il tempo, che è la nostra unica miseria, è il tocco stesso della sua mano. E’ l’abdicazione mediante la quale ci fa esistere. Egli resta lontano da noi, perché se si avvicinasse ci farebbe sparire. (Quaderni IV 179).
    Simone Weil.

  • Link al commento Rosa Giovedì, 25 Febbraio 2016 inviato da Rosa

    Essere felici è smettere di sentirsi vittima dei problemi e diventare attore della propria storia. È attraversare deserti fuori di sé, ma essere in grado di trovare un’oasi nel profondo della nostra anima. È ringraziare Dio ogni mattina per il miracolo della vita.

    – Augusto Cury (* 1958)

  • Link al commento Giancarlo Giovedì, 25 Febbraio 2016 inviato da Giancarlo

    " Si deve dunque confidare in Dio per tutto ciò che ci riguarda, perseverando senza scoraggiarsi nel chiedere e senza affliggersi se non si ottiene subito ciò si chiede, poiché Dio forse vuole elargirci un bene maggiore, come quello di stare in intima unione con Lui nell'orazione ".
    Evagrio Pontico ( 345-399 ).

  • Link al commento Giancarlo Lunedì, 22 Febbraio 2016 inviato da Giancarlo

    Dio non morira' il giorno in cui noi non
    crederemo più' in una divinità' personale , ma saremo noi a morire il il giorno in cui la nostra vita non sara' più' pervasa dallo splendore del
    miracolo sempre rinnovato, le cui fonti sono
    oltre ogni ragione.

    Dag Hammarskjold.

  • Link al commento Rosa Mercoledì, 10 Febbraio 2016 inviato da Rosa

    Come un dispositivo senza fili, nella preghiera lo spirito umano è in grado di inviare onde invisibili per l’eternità, onde che raggiungono il loro obiettivo di fronte a Dio.

    – Guglielmo Marconi

  • Link al commento AnnaLux Mercoledì, 10 Febbraio 2016 inviato da AnnaLux

    http://www.preghiereagesuemaria.it/images/vsanto_1.jpg

  • Link al commento AnnaLux Mercoledì, 10 Febbraio 2016 inviato da AnnaLux

    Johann Sebastian Bach - O capo insanguinato corale a 4 voci miste e organo - MVI 3705
    DEVOZIONE DEL SANTO VOLTO DI GESU’
    Questa immagine del Santo Volto di Gesù, sia per te rimedio, difesa e protezione in questi tempi tanto difficili nei quali il rifiuto e l’indifferenza verso Dio, hanno riempito il cuore degli uomini di odio, di egoismo di paura. Il Signore proprio in questi tempi, offre il suo Santo Volto come rimedio e difesa contro il male chiedendo alle anime, attraverso i suoi santi, Amore e Riparazione.
    Colei che è stata chiamata dal Signore a diffonderne il culto in tutto il mondo è la Beata Madre Pierina De Micheli (1890-1945) di Milano che sin da bambina avverte l’invito da Gesù stesso di baciare il Santo Volto per riparare il bacio di Giuda.
    Nel maggio del 1938 mentre pregava il SS. Sacramento, in un globo di luce si presentò una bellissima Signora, la SS. Vergine Maria, con un piccolo scapolare in mano: da un lato c’era l’immagine del Santo Volto di Gesù, con scritto intorno: “Illumina, Signore, il tuo Volto su di noi”, nell’altra era impressa un’Ostia, con questo scritto: “Resta con noi, o Signore”. La Santa Vergine le disse: “Questo scapolare è un’arma di difesa, uno scudo di fortezza, un pegno di amore e di misericordia, che Gesù vuole dare al mondo in questi tempi di sensualità, di odio contro Dio e la Chiesa. Si tendono reti diaboliche per strappare la fede dai cuori. Il male dilaga. I veri apostoli sono pochi. E’ necessario un rimedio divino e questo rimedio è il Volto Santo di Gesù. Tutti quelli che indosseranno uno scapolare come questo e faranno ogni martedì una visita al SS. Sacramento per riparare gli oltraggi che ricevette il suo Sacro Volto durante la sua Passione e che riceve ogni giorno nel Sacramento eucaristico.
    1 – Saranno fortificati nella fede.
    2 – Saranno pronti a difenderla.
    3 – Avranno la grazia per superare le difficoltà spirituali interne ed esterne.
    4 – Saranno aiutati nei pericoli dell’anima e del corpo.
    5 – Avranno una morte serena sotto lo sguardo sorridente del mio Divin Figlio.
    In seguito le precisò: “Figlia mia sta tranquilla, che lo scapolare è supplito dalla Medaglia, con le stesse promesse e favori, c’è solo da diffonderla sempre più. Ora mi sta a cuore la festa del Volto del mio Divin Figlio. Dillo al Papa che tanto mi preme”.
    Il messaggio affidato alla Beata Pierina è veramente prezioso. Riguarda il Volto del Signore e la Santa Ostia. Prezioso perché assicura la conservazione della fede e la morte più desiderabile. Ogni persona è invitata a portarla, di raccomanda di recitare ogni giorno 5 Gloria Patri al Volto santo.
    E’ mirabile constatare che la santa medaglia è accolta con riverenza da cattolici protestanti e persino da non cristiani. Tutti coloro l’hanno portata con fede, persone in pericolo, ammalati, carcerati, prigionieri di guerra, indemoniati, individui e famiglie angustiate da ogni genere di difficoltà, hanno sperimentato su di sé una particolare protezione divina, hanno ritrovato la serenità, la fiducia in se stessi e la fede in Cristo Redentore. Dinanzi a tali prodigi quotidianamente operati spontaneamente sgorga dal cuore il grido del salmista: “Signore, mostraci il tuo Volto e saremo salvi”. Durante un’Ora santa, è Gesù stesso, che dopo averla fatta partecipare ai dolori dell’agonia nel Gethsemani, con Volto velato di sangue e profonda tristezza, le dice: “Voglio che il mio Volto, che riflette le pene intime del mio animo, il dolore e l’amore del mio Cuore, sia più onorato. Chi mi contempla mi consola!” … Ogni volta che si contempla la mia faccia, verserò l’amore mio nei cuori e per mezzo del mio Santo Volto si otterrà la salvezza di tante anime” … Contemplando il mio Volto le anime parteciperanno alle mie pene e sentiranno il bisogno di amare e di riparare”.
    Un giorno contemplando il Santo Volto di Gesù, si sente dire: “Offri incessantemente all’Eterno Padre il mio Santo Volto. Questa offerta otterrà la salvezza e la santificazione di tante anime. Se poi l’offrirai per i miei sacerdoti, si opereranno meraviglie”. Nello stesso anno Gesù si presenta ancora grondante sangue e con grande tristezza dice: “Vedi come soffro? Eppure da pochissimi sono compreso! Ho dato il mio Cuore come oggetto sensibilissimo del mio grande Amore per gli uomini e do il mio Volto come oggetto sensibile del mio dolore per i peccati degli uomini. Voglio sia onorato con una festa particolare nel martedì di quinquagesima (martedì di carnevale giorno prima delle ceneri) festa preceduta da una novena in cui tutti i fedeli riparino con me, unendosi alla partecipazione del dolore (…). Voglio che il mio Volto sia onorato in modo particolare il martedì”.
    Queste richieste vengono confermate da Gesù stesso ad altre anime sante. Alla mistica Suor Maria Concetta Pantusa nel 1969 Gesù dice: “Figlia mia desidero che tu faccia una larghissima diffusione della mia Immagine. Voglio entrare in ogni famiglia, convertire i cuori più duri. Portatemi negli ospedali, nelle scuole e asili. Parla a tutti del mio Amore Misericordioso. I nuovi apostoli saranno prediletti del mio Cuore e avranno un posto speciale in esso. Benedirò le loro famiglie e mi sostituirò per dirigere i loro affari. Desidero che il mio Volto parli a tutti i cuori”. Alla fondatrice delle Religiose del Santo Volto la Beata Maria Pia Mastena, Gesù ripeteva spesso: “Per il mio Santo Volto sarà salvo il mondo!” e ancora: “L’immagine del mio Santo Volto attirerà gli sguardi di compiacenza del mio Padre celeste sulle anime ed Egli si piegherà a misericordia e perdono”.
    Già alla grande Santa Geltrude, Gesù disse: “Per l’impronta della mia umanità le anime saranno penetrate da vivida luce sulla mia divinità in modo che, per la somiglianza del mio Volto, splenderanno più degli altri nell’eternità”. All’apostola della riparazione Suor Maria Sant-Pierre, carmelitana di Tours, morta in odore di santità nel 1848, Gesù fece una serie di promesse a tutti i devoti del S.Volto: “Per il Santo Mio Volto opererete prodigi. Per il Santo Mio Volto otterrete la salvezza di molti peccatori. Per l’offerta del Mio Volto nulla vi sarà rifiutato. Oh se sapeste quanto il Mio Volto sia gradito al Padre Mio! Con la preziosa moneta della santa mia umanità, cioè con il mio Volto adorabile, voi otterrete nel regno dei cieli quanto vi aggrada. Secondo la premura che porrete nel restaurare le Mie sembianze sfigurate dai bestemmiatori, Io avrò cura delle sembianze dell’anima vostra, svisata dal peccato: vi ristabilirò la Mia immagine e la renderò così bella come era quando uscì dal fonte battesimale; Io difenderò innanzi al Padre Mio la causa di tutti coloro che, grazie all’opera di riparazione, sia con preghiere, sia con parole, sia con iscritto difenderanno la Mia causa (il Volto Santo), in morte asciugherò la faccia della loro anima, tergendone le macchie del peccato ridandole la sua primitiva bellezza”. A così tante lusinghiere promesse chi non si darà tutto al servizio del Santo Volto di N.S. Gesù Cristo? Del resto a dimostrare l’efficacia di questa devozione basterebbe leggere i miracoli senza numero operati dal Servo di Dio Leone Dupont apostolo del S.Volto e che tuttora si operano in ogni parte del mondo.
    Non ci resta che rispondere all’invito di riparazione che oggi il Signore ci strafacendo amando e diffondendo l’amore per il suo S. Voto presente nell’Eucaristia e raffigurato nella SS. Immagine della Sindone, certi che Egli terrà fede alle sue promesse.

    Eterno Padre, ti offro per mezzo di Maria, il S.Volto di Gesù,
    per tutte le nostre necessità e per la salvezza di tutte
    le anime. Amen.
    Volto Divino del mio Redentore, io ti adoro con profondo rispetto
    e grande amore per riparare gli oltraggi
    che ricevi dalle anime. Gloria al Padre ….

    “Voglio che il mio Volto sia più onorato.
    Chi mi contempla mi consola”.
    (Gesù alla Beata Pierina)

  • Link al commento Giancarlo Domenica, 07 Febbraio 2016 inviato da Giancarlo

    Il Signore ricerca un cuore ricolmo d’amore per lui e per il prossimo: è questo il trono sul quale ama sedersi e manifestarsi nella pienezza della sua gloria (…). Il Signore ascolta sia un monaco che un laico, un semplice cristiano: a condizione che essi amino Dio nel profondo del cuore e abbiano una fede autentica, una “fede come un granellino di senape”»
    (I. Goraïnoff, Serafino di Sarov, pp. 182-184)

  • Link al commento Giancarlo Giovedì, 04 Febbraio 2016 inviato da Giancarlo

    «La fede è la più grande eredità che un uomo possa lasciare». E proprio la fede ci invita a «non aver paura dell morte», che è solo l’inizio di un’altra vita.
    In questa prospettiva, chiediamo al Signore due cose. Anzitutto di non avere paura di quest’ultimo passo,
    quindi che tutti noi possiamo lasciare con la nostra vita, come migliore eredità, la fede: la fede in questo Dio fedele, questo Dio che è accanto a noi sempre, questo Dio che è Padre e non delude mai».
    Papa Francesco , S Marta 4/2/16.

  • Link al commento Giancarlo Domenica, 31 Gennaio 2016 inviato da Giancarlo

    Gesù' annuncia che " NESSUNA condizione umana può essere motivo di esclusione dal cuore del Padre e l’unico privilegio agli occhi di Dio è quello di non avere privilegi e non avere padrini, di essere abbandonati nelle Sue mani ... Dio viene incontro agli uomini e alle donne di tutti i tempi e luoghi nella situazione concreta in cui essi si trovano " . Papa Francesco 31/1/16.

  • Link al commento Giancarlo Domenica, 17 Gennaio 2016 inviato da Giancarlo

    «Dobbiamo formare, educare a un nuovo umanesimo del lavoro, dove l’uomo, e non il profitto, sia al centro; dove l’economia serva l’uomo e non si serva dell’uomo» . Papa Francesco 16/1/16 .

  • Link al commento Adriana Venerdì, 08 Gennaio 2016 inviato da Adriana

    INVOCAZIONE PER FERMARE LA LEGGE SULLE UNIONI CIVILI
    Ora, Maria, ti preghiamo perché la legge sulle cosiddette “unioni civili” non passi.
    Te lo chiediamo da ora fino al giorno fissato per l’approdo in parlamento e per i giorni della discussione.
    Con fiducia e insistenza ci uniamo per chiedere il tuo aiuto.
    Perché la famiglia cessi di essere oggetto di gravi attacchi e trovi invece coraggiosi sostenitori e difensori che la riconoscano come il luogo del manifestarsi della bellezza della complementarità uomo-donna. Una bellezza a cui il mondo non può rinunciare. Ogni tentativo di snaturarla e deturparla fallisca.
    Venga riconosciuto che solo tale unione è in grado di generare la vita nel rispetto della vita e che solo la riscoperta e la valorizzazione della differenza sessuale conduce al vero rispetto dell’altro, a relazioni armoniche, collaborative e responsabili.
    Ora, Maria, ti preghiamo perché i bambini non siano considerati mai il diritto di qualcuno, ma doni preziosi, tesori unici e irripetibili da difendere sempre e comunque. Non sia negato il loro diritto a conoscere i propri genitori e a crescere con un papà e una mamma e la loro infanzia non sia violata.
    Le giovani generazioni non siano ingannate con illusorie prospettive di felicità e false idee di amore che in realtà negano ciò che promettono.
    Vergine potente, per questo noi ti affidiamo:
    - I nostri governanti e i parlamentari che hanno il potere di fermare questa legge. Illuminali, convertili, scuoti le loro coscienze, perché non si rendano responsabili di una tale legge in grado di ferire ulteriormente questa umanità già sanguinante.
    - Tutti coloro che lavorano e si adoperano coscientemente per distruggere la creatura più bella da Dio creata, cioè l’uomo, il suo cuore e la sua natura. Nulla è impossibile a Dio, che vuole che il peccatore si ravveda e viva. Nessuno può resistere al tuo amore di Madre. Tocca il loro cuore perché si ravvedano e si riconcilino con Dio Padre che li attende.
    - Tutte le persone ingannate da false opinioni e stordite da una propaganda martellante che pensando di perseguire il bene, perpetuano questo crimine. Attirale alla Verità.
    - L’intera chiesa italiana, perché non rimanga inerme di fronte a questa sfida e sappia rispondere con intelligenza. Dona a quanti tentennano il coraggio e a quanti già combattono il tuo sguardo misericordioso e la tua umiltà.
    - Tutte le vittime di questa ideologia, i bambini, i giovani, le persone con ferite legate
    all’orientamento sessuale e dell'identità. Per loro sia ogni nostro sforzo, perché non si sentano abbandonati e non raggiunti dall’amore di tuo Figlio.
    Amen

    http://www.unoradiguardia.it

Devi effettuare il login per inviare commenti